» PRINCIPALE » Mozioni » Mozione Ordinaria #189 i308: proposta Statuto Potere al Popolo

i308: proposta Statuto Potere al Popolo



0 Neutrale1 Si, come scelta alternativa2 No6 Si, come prima scelta

Approvato

7Si78%Si
0Astensione0%Astensione
2No22%No

Premessa

Credo che un Movimento Politico Sociale che intenda nascere dal basso debba partire con uno Statuto minimale che, fissato lo spazio politico entro il quale muoversi, possa aggiornarsi sulla spinta delle persone che lo compongono.
La stessa dignità, potere e responsabilità deve essere data a ciascun componente senza alcuna discriminazione di nessun genere compresi eventuali incarichi conferiti dalla comunità.

proposta

I. Denominazione e sede

1. Costituzione e finalità
È costituita il Movimento politico sociale Potere al Popolo di seguito indicata con il termine "Movimento", libera associazione di cittadini.
Il Movimento si costituisce in Assemblea Permanente fisica e virtuale ed utilizzerà ogni strumento informatico ritenuto idoneo al perseguimento delle finalità statutarie.
Il Movimento non ha fini di lucro ed è un Ente non commerciale ai sensi del D. Leg. n. 460/97.
Il Movimento conta sul contributo intellettuale, artistico, politico, sociale e formativo, nonché sulla attiva partecipazione degli iscritti.
2. Sede
Il Movimento ha sede legale presso …..........................................

II. Finalità

3. Scopi
Il Movimento ha i seguenti scopi:
1.Promuovere un modello sociale, economico e politico alternativo a quello attuale basato sulla subalternità delle politiche alla finanza globale, ponendo al centro la persona e l’ambiente.
Partendo dai valori universali di libertà ed eguaglianza il Movimento promuove la costruzione di una cultura fondata sulla pace, sulla solidarietà, sull’equità, sulla giustizia sociale ed ambientale, sulla democrazia partecipativa a partire dal presente statuto che si considera in fieri.
Riconoscendo come prioritaria l’emergenza climatica in atto, il Movimento promuove la conversione ecologica dell’economia, delle relazioni, del lavoro; promuove la gestione pubblica e partecipata dei beni materiali ed immateriali di appartenenza collettiva che considera non mercificabili o alienabili;
Promuove la sovranità territoriale e la tutela dell’ambiente, del vivente, della cultura, dell’economia di prossimità da ogni interesse che sia in contrasto con quello della comunità di riferimento; promuove la partecipazione attiva ed orizzontale dei cittadini alla vita sociale e politica come condizione preliminare per mutare l’attuale paradigma in cui i cittadini sono strategicamente deresponsabilizzati e relegati al rango di “consumatori”.
2. Promuovere ogni forma di lotta non violenta alle mafie, alla corruzione sistemica, agli interessi particolaristici su quelli delle comunità, per affermare il primato dell’etica nell’agire sociale e politico ad esclusivo servizio dell’interesse collettivo.
3. Promuovere la democrazia partecipativa.
4. Promuovere la trasparenza e la diffusione della cultura e dell'informazione libera.
5. Promuovere la dignità e proteggere i diritti sociali e civili delle persone sia come individui che come collettività; promuovere i diritti fondamentali riconosciuti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo e dalla Costituzione Italiana nata dalla Resistenza al nazi-fascismo ed in particolare:
a. Il lavoro come diritto;
b. La libertà e l'uguaglianza dei cittadini, tramite la rimozione degli ostacoli economici e sociali che ne impediscono o limitano l'attuazione;
c. La sovranità del popolo ed il suo diritto di concorrere, in prima persona o tramite espresso mandato, al governo del territorio locale, regionale, nazionale ed europeo;
d. La piena applicazione di quell’autonomia concepita dai padri costituenti per le regioni con specificità di condizione geografica, storica e culturale (regioni autonome);
e. La laicità dello Stato e la sua preminenza nell’organizzazione statuale sulla chiesa cattolica e sulle altre confessioni, tutte da tutelarsi nell’esercizio delle libertà individuali, eliminando qualsivoglia forma di privilegio;
f. La tutela del paesaggio, del patrimonio artistico e culturale; la promozione e lo sviluppo della cultura e della ricerca, col riconoscimento del ruolo primario della scuola pubblica;
g. La promozione e tutela della salute come diritto fondamentale dell’individuo e della collettività, riconoscendo la centralità del ruolo della Sanità pubblica;
h. Il pieno riconoscimento dei diritti sociali, civili e di cittadinanza ad ogni persona che risiede sul territorio nazionale senza distinzione di genere, fede religiosa, opinione politica.
i. La liberazione dalle servitù militari che non siano di stretto interesse difensivo per la nazione, precludendo l’utilizzo delle basi militari a quei Paesi che adottano una politica di aggressione verso altri Stati, o verso le minoranze presenti al loro interno;
j. La creazione e aggregazione di reti e collegamenti vivi ed unificanti all'interno delle comunità e delle lotte in atto o nascenti.
Le persone che danno vita al Movimento e che vi aderiscono, riconoscendo i limiti della politica delegata nel tradizionale ed usurato rapporto rappresentato-rappresentante, intendono promuovere una soggettività sociale e politica ampia, orizzontale, che sappia mettere in comune le conoscenze e le competenze sulle singole vertenze civili e sociali, e che sia in grado di autorappresentare le lotte in difesa della pace, della Costituzione, dei diritti, del lavoro, dell’ambiente e dei beni comuni.
Per la realizzazione dei suoi fini Il Movimento può:
1. svolgere attività politica e di aggregazione sociale in ogni forma e modo;
2. elaborare in modo partecipato un Manifesto che dettagli il sistema di valori e gli scopi delIl Movimento;
3. promuovere lo studio e la modifica delle leggi nazionali ed internazionali;
4. promuovere lo scambio di idee ed informazioni fra cittadini al fine di agevolare l'evoluzione della normativa vigente nell'interesse dei cittadini;
5. promuovere e partecipare a studi, ricerche, progetti, iniziative culturali, scambi, collaborazione scientifica, artistica e formazione;
6. promuovere e realizzare la stampa e la diffusione di libri, riviste, articoli, periodici o pubblicazioni di qualunque genere e tipo, anche audiovisivi, su supporto informatico o magnetico o diffusi su Internet;
7. promuovere la realizzazione e la tenuta di uno spazio internet
a. per ogni atto connesso al raggiungimento delle proprie finalità istituzionali;
b. per la diffusione di materiali normativi, giurisprudenziali e dottrinari in materia;
c. per la pubblicazione e diffusione del bollettino informatico e le comunicazioni degli iscritti;
8. partecipare ai procedimenti di consultazione di autorità pubbliche, locali, nazionali ed europee;
9. favorire e promuovere l’utilizzazione di strumenti di tutela collettiva previsti dagli ordinamenti giuridici nazionali e comunitari;
10. promuovere ed organizzare incontri, conferenze, letture, seminari, corsi;
11. promuovere ed effettuare ricerche in materia e diffonderne i risultati tanto all’interno della comunità scientifico/accademica quanto del più ampio pubblico;
12. offrire informazione, consulenza e collaborazione;
13. promuovere strutture di servizio per la realizzazione delle proprie finalità;
14. compiere ogni altro atto civile, ritenuto necessario al raggiungimento delle proprie finalità.
Il Movimento realizza ogni iniziativa che, in modo diretto o indiretto, contribuisca a realizzare i propri fini, in proprio e in collaborazione con altre associazioni, società od enti nazionali e sovranazionali.

III. Iscritti

4. Qualità di iscritto
Al Movimento può iscriversi chiunque:
1. si impegna a contribuire alla realizzazione degli scopi delIl Movimento;
2. accetta e si obbliga a rispettare lo Statuto, il Manifesto, i Regolamenti e le deliberazioni del Movimento.
Tutti gli iscritti hanno pari dignità, i medesimi diritti e doveri derivanti dalla legge e dallo Statuto.
Tutti gli iscritti possono partecipare a qualsiasi riunione del Movimento.
È espressamente esclusa qualsiasi forma di temporaneità del rapporto sociale.
Tutti gli iscritti maggiorenni in regola con il pagamento della quota associativa hanno diritto di voto in Assemblea secondo il criterio di un voto per testa anche per l'approvazione e le modifiche dello Statuto, del Manifesto e dei Regolamenti e per la nomina degli organi delIl Movimento. Possono iscriversi al Movimento i giovani di età superiore ai 16 anni che condividono i principi dello Statuto e del Manifesto e che concorrono alle finalità associative.
Tutti gli iscritti possono liberamente assumere le cariche sociali.
L'adesione al Movimento ha carattere volontario.
5. Ammissione dei soggetti richiedenti l’iscrizione
L'ammissione è subordinata alla presentazione di una domanda con la quale il richiedente attesti il possesso dei requisiti di cui all'art. 4.
L'ammissione è approvata con la procedura scelta dall'Assemblea.
6. Recesso ed esclusione degli iscritti
La qualità di iscritto si perde per:
1. recesso;
2. esclusione per persistente violazione degli obblighi imposti dallo Statuto, dal Manifesto, dai Regolamenti e dalle deliberazioni del Movimento;
3. danno agli scopi del Movimento.
L'Assemblea stabilisce con Regolamento le procedure da adottare per decidere sull'esclusione dell’iscritto.
In ogni caso il provvedimento deve essere motivato ed ha effetto dal trentesimo giorno successivo alla sua comunicazione. Entro tale termine l'esclusione può essere impugnata dall’iscritto avanti all'Assemblea.
7. Quota associativa
L'Assemblea, se ed ove ne ravvisi l'opportunità, può stabilire che gli iscritti siano tenuti a corrispondere una quota sociale, determinandone l'importo.

IV. Patrimonio

8. Patrimonio
Il patrimonio del Movimento è formato da:
1. eventuali quote associative versate dagli iscritti;
2. eventuali proventi derivanti dalla prestazione di servizi e dallo svolgimento di attività, anche di tipo commerciale;
3. beni mobili ed immobili, contributi, liberalità, sovvenzioni, finanziamenti, donazioni od elargizioni di qualunque natura comunque pervenuti alIl Movimento da parte di soggetti pubblici o privati.
Gli utili, gli avanzi di gestione e le risorse del Movimento devono essere impiegati esclusivamente per la realizzazione degli scopi di cui all'art. 3 del presente Statuto.
È fatto espresso divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili ed avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita del Movimento a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

V. Organizzazione

9. Organi
Sono organi del Movimento:
1. l'Assemblea;
2. il Rappresentante Legale;
3. il Tesoriere;
4. l'Amministratore del Sito Web.

VI. Assemblea

10. Compiti dell'Assemblea
L'Assemblea è organo sovrano del Movimento e può deliberare su qualsiasi questione relativa alla vita, all'organizzazione ed alle attività del Movimento.
L'Assemblea deve approvare ogni anno entro il 31 marzo i bilanci consuntivo e preventivo sottoposti dal Tesoriere.
L'Assemblea può delegare, se ed ove ne ritenga l'opportunità, determinate funzioni esecutive e/o tecnico-organizzative ad uno o più iscritti.
All'Assemblea possono intervenire e possono esprimere il proprio voto tutti gli iscritti in regola con il pagamento dell'eventuale quota al momento della votazione.
L'Assemblea può essere fisica o telematica; in entrambi i casi devono essere rispettate le policy stabilite nella Piattaforma telematica.
11. Riunioni dell'Assemblea
All'Assemblea si può partecipare di persona e/o con modalità telematica (“virtual meeting”).
Le modalità tecniche dei virtual meeting sono stabilite con Regolamento approvato dell'Assemblea.
La votazione con modalità telematica è espressamente ammessa e tenuta per valida quando sono rispettate le policy stabilite in Assemblea Permanente (v.art.13) in apposita piattaforma telematica .
In nessun caso è ammesso il voto per delega nell'Assemblea fisica che deve essere riportata sulla piattaforma telematica.
12. Convocazione dell'Assemblea
La proposta di convocazione dell'Assemblea può essere avanzata da uno o più iscritti indicando l'ordine del giorno, la data ed il luogo di riunione; la proposta sarà discussa ed eventualmente approvata dall'Assemblea Permanente (v.art.13).
La convocazione deve essere comunicata con congruo anticipo sul Sito Web, sul Forum e nella mailing-list del Movimento.
13. Assemblea Permanente
Il Movimento è costituito in Assemblea Permanente nella quale tutti gli iscritti possono proporre, discutere, migliorare le proposte formulate e deliberare nel rispetto delle regole dello Statuto utilizzando la piattaforma telematica.
L'Assemblea Permanente, al fine di garantire massima democrazia partecipativa, adotta le seguenti regole operative:
a. per le modifiche dello Statuto o del Manifesto tempi di discussione di 90 giorni; negli altri casi, in via ordinaria, tempi di discussione di 30 giorni;
b. fermo quanto previsto al punto a), tempi di discussione e politiche di funzionamento più brevi di 30 giorni nei casi previsti dall'Assemblea;
c. quorum di maggioranza del 75% per il voto di modifiche dello Statuto o del Manifesto;
d. quorum di maggioranza del 50% per l'approvazione dei bilanci;
e. fermi i limiti previsti ai punti c) e d), quorum di maggioranza diversi nei casi previsti dall'Assemblea;
f. le opzioni di delega approvate dall'Assemblea.
Ogni iscritto alla Piattaforma dell'Assemblea Permanente è responsabile della custodia delle proprie credenziali di accesso.

VII. Rappresentante Legale, Tesoriere e Amministratore del SitoWeb

L'Assemblea non elegge ma conferisce incarichi e ha facoltà di organizzare qualsiasi incarico previsto dalla Legge.
14. Compiti del Rappresentante Legale
Il Rappresentante Legale ha la rappresentanza sostanziale e processuale delIl Movimento.
Il Rappresentante Legale si adegua alle deliberazioni dell'Assemblea.
15. Compiti del Tesoriere
Il Tesoriere ha le seguenti funzioni:
1. custodire il patrimonio del Movimento;
2. tenere il registro della contabilità;
3. conservare gli eventuali documenti giustificativi;
4. riferire e rendere il conto annualmente all'Assemblea;
5. verificare che ogni spesa sia effettuata previa autorizzazione dell'Assemblea Permanente;
6. provvedere alla riscossione delle eventuali quote associative annuali;
7. predisporre il bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre ogni anno all'Assemblea;
16. Compiti dell'Amministratore del SitoWeb
L’amministratore del sito web:
1. Custodisce i dati di accesso (password) del sito e del forum, assumendo le funzioni di Garante della privacy;
2. provvede all'amministrazione, alla manutenzione e alle modifiche necessarie a sito e forum;
3. cura l'aggiornamento del database degli iscritti;
4. cura l'amministrazione della Piattaforma telematica dell'Assemblea Permanente;
5. si adegua alle deliberazioni dell'Assemblea.
17. Incarico di Rappresentante Legale, Tesoriere e Amministratore del SitoWeb
L'incarico di Rappresentante Legale, di Tesoriere e l'Amministratore del Sito Web sono conferiti dall'Assemblea tra i propri membri e restano in carica per 2 anni salvo richiesta dell'Assemblea di ricambio anticipato o di rinnovo.
Alla scadenza del mandato affiancano i nuovi eletti per la normale procedura di subentro sino alla dichiarazione di presa in carico da parte dei subentranti.
Possono nominare degli iscritti per essere affiancati nello svolgimento dei propri compiti. Queste nomine devono essere ratificate dall'Assemblea.

VIII. Norme finali

18. Scioglimento
In caso di scioglimento delIl Movimento per qualunque causa, è fatto obbligo di devolverne il patrimonio alla Medici senza Frontiere
19. Rinvio
Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le norme del Codice Civile che disciplinano le associazioni non riconosciute.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nessun emendamento